Josef Munggenast, architetto barocco

la Storia

Su di me, Josef Munggenast, si è già scritto e detto così tanto che mi sembra importante portare nella giusta dimensione alcune delle affermazioni fatte, come si conviene a un buon architetto di fama.

Sono nato il 5 marzo 1680 qui a Schnann da Severin Munggenast e Juliane Juliane Wolf in Munggenast. Mia nonna da parte di padre era Catharina Prandtauer, una zia di Jakob Prandtauer, che è stato per me un vero esempio e mentore, tanto che dopo la sua morte nel 1727 ho rilevato il suo studio di architetturadi St. Pölten. La mia abilità organizzativa e tecnica è stata molto apprezzata dai committenti di mio "cugino".

Mi hanno dato la possibilità di rinnovare l'Abbazia di Melk (l'ala nord, la biblioteca e i balconi), il santuario di Sonntagberg, il monastero di Herzogenburg e la propositura di St. Pölten. Inoltre il pavilion dell'Abbazia di Melk è stato costruito in base ai progetti di mio figlio Franz dopo il 1748.

Ho collaborato spesso e volentieri con i grandi maestri del mio tempo come Matthias Steinl e Hildebrandt, aggiungendo una nota tridimensionale al loro stile piuttosto piatto e decorativo. Con il mio linguaggio formale unico e personale ho trasformato i campanili di pietra dei monasteri di Dürnstein e Zwettl in originali strutture architettoniche. Tra le mie opere tardobarocche posso citare anche il padiglione dell'Abbazia di Geras (1736 - 40), la prelatura di St. Pölten (1739), l'edificio della porta prospicente il lato nord del monastero di Herzogenburg e la soluzione architettonica adottata per la ristrutturazione dell'Abbazia di Altenburg (1730 - 40) (tutte in Bassa Austria). 

Nelle chiese gotiche di Altenburg e Herzogenburg ho aggiunto delle cupole, sia nella navata centrale che in quelle laterali, che sono state decorate con scene del teatro internazionale barocco da pittori eccezionali, tra cui Paul Troger. Ho inoltre costruito case di campagna e ville (St. Pölten, Retz) oltre a strade, ponti, acquedotti e fortificazioni. 

E visto che sto facendo sfoggio del mio nome yoglio mettere in buona luce anche i miei famigliari. I miei due figli Franz e Mathias hanno continuato l'opera che ho iniziato a Melk e St Pölten. Mio fratello Sigismund si è trasferito a Echternach, in Lussemburgo, dove ha lavorato come architetto. Suo figlio Paul è diventato il più importante architetto del 18° secolo in Lussemburgo. Qui i Mongenast (come si sono fatti chiamare da Paul in poi) sono diventati una famiglia importante che ha dato i natali a un Presidente della corte e Ministro delle finanze in carica dal 1882 al 1915.